Premiati al Concorso di idee per la valorizzazione dei paesaggi campani PDF Stampa E-mail
Scritto da annie   
Martedì 22 Ottobre 2013 12:18

Qualche mese fa abbiamo partecipato al Concorso di Idee della Regione Campania dal titolo: "Modelli sperimentali per una pianificazione ed una progettazione innovativa: idee per la valorizzazione dei paesaggi campani", il cui obiettivo era l'acquisizione di progetti-pilota sperimentali per il recupero e la gestione del territorio esistente. Ieri abbiamo ritirato il nostro premio alla cerimonia tenutasi durante la Rassegna Urbanistica Regionale dell'INU, al Complesso Santa Sofia di Salerno.

Al progetto hanno collaborato, oltre a Vincenzo Accetta, Annie Attademo e Sveva Bancale per formatoa3, anche Domenico Auricchio (architetto esperto in architettura bioclimatica), Francesca Valentino (ingegnere esperta in opere di ingegnerie naturalistica) e Andrea Genito (geologo esperto di sistemi informativi territoriali, grazie ai quali è stato possibile costruire un database relazionale tra progetto e strategie di intervento, utile per future implementazioni delle nostre idee).

 

alt 

 

Il nostro progetto ha riguardato l’antica Terra di Lavoro. Il paesaggio della Terra di Lavoro è un palinsesto, che regala un campo di possibilità: i territori dell’abbandono, della dismissione e delle pratiche illegali possono, infatti, slittare entro nuove visioni, e costruire una domanda di riconciliazione con il vissuto agreste. Da qui, il motto: RICUCIRE IL TERRITORIO.

 

Le nostre strategie hanno riguardato 4 temi principali di progetto:

 

 INFRASTRUTTURA VERDE > percorsi ciclopedonali, spazi verdi, tram leggero, materiali biocompatibili;  restauro dell'edificio e del parco monumentale della Reggia di Carditello; sviluppo dell'aeroporto di Grazzanise; dismissione dell'area militare e della discarica di Ferrandelle.

 

alt

 

 

 CORRIDOIO ECOLOGICO > risanamento ambientale del fiume Volturno e del canale dei Regi Lagni, interventi di depurazione, realizzazione di allacci fognari, conseguente miglioramento della balneabilità del litorale domizio; ripascimento delle acque fluviali, fitodepurazione, protezione e valorizzazione florofaunistica;

 

alt

 

 PRODUZIONE E CONSUMO > attività produttive-artigianali-ricettive, riconversione da usi agricoli; sostegno ai proprietari che vogliono investire nella salvaguardia delle colture locali, formazione di consorzi; confisca di beni alla camorra e assegnazione in gestione a delle cooperative social; mercati all’aperto, filiera corta produttore-consumatore.

 

alt

 

 PARCO AGRICOLO MULTIFUNZIONALE > sistema di riuso delle acque, canali di drenaggio, mulini d'acqua nei campi agricoli; riconversione di casali abbandonati all’interno dei centri urbani interessati;rallentamento delle arterie urbane, piano di risanamento acustico.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Ottobre 2013 08:56